Passa ai contenuti principali

Post

Il mio sguardo poetico sul mondo

Un blog di poesia (poesia contemporanea al femminile soprattutto) nato nei tempi del coronavirus, come piccolo contributo affinché noi donne "dagli occhi grandi" possiamo vedere bene, molto bene, la corona che portiamo in testa. Perché, certo, sarà la bellezza a salvare il mondo. SEMI di POESIE Poesie "sotto" quelle dei grandi poeti e poete, stelle luminose nell'alto firmamento; sotto, in basso, sotto la terra umile, piccoli semi umidi, vitali. La scelta dei dipinti è dell'artista e amica Giuseppina Galvagni.
Post recenti

UOMO DEL MIO TEMPO di Salvatore Quasimodo

Sei ancora quello della pietra e della fionda, uomo del mio tempo. Eri nella carlinga, con le ali maligne, le meridiane di morte, - t'ho visto - dentro il carro di fuoco, alle forche, alle ruote di tortura. T'ho visto: eri tu, con la tua scienza esatta persuasa allo sterminio, senza amore, senza Cristo. Hai ucciso ancora, come sempre, come uccisero i padri, come uccisero gli animali che ti videro per la prima volta. E questo sangue odora come nel giorno quando il fratello disse all'altro fratello: "Andiamo nei campi". E quell'eco fredda, tenace, è giunta fino a te, dentro la tua giornata. Dimenticate, o figli, le nuvole di sangue salite dalla terra, dimenticate i padri: le loro tombe affondano nella cenere, gli uccelli neri, il vento, coprono il loro cuore.

ANIMA MUNDI

 Omaggio a Lucilla Giagnoni e alla sua potenza Lucilla Giagnoni in "Anima Mundi", Sirmione, 12 febbraio 2022 ANIMA MUNDI Filamenti infiniti nel mio cuore inestricabile destino intrecciato dentro la rorida terra, in un cucchiaino in cucina più di un campo da calcio, nella bellezza infinita dell'arte numinosa minuziosa grandiosamente umana che tutto comprende tutto che salva che non andrà distrutta della natura, perfetta dell'innocenza, senza diluvio, pura Nulla perduto nulla non la più piccola parte niente capello goccia di sangue seme e insetto scheggia di pietra brano di nuvola lacrima o vento filamenti infiniti di galassie e di stelle 13 febbraio 2022 "Aurora boreale" di Frederic Edwin Church "Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella".     Galileo Galilei "Donna al tramonto del sole" di Caspar David Friedrich "Ho eseguito un gesto irreparabile, ho stabilito un legame".     Jorge Luis Borges

LODE

 "L'amore è desiderio fattosi saggio; l'amore non vuole avere; vuole soltanto amare". (Hermann Hesse) Pieve di Romena (foto di Rossano Fornaini) LODE Questo fermarsi tenero. Di questo avevo bisogno. Stare dentro un tempo lungo. Poggiare lieve il piede. Ascoltare il silenzio. Sola, tra presenze di umani e voci. Non temere il buio che sempre ritorna. Trovare la luce e esili scale tra la terra e il cielo. Scoprire le forme. Sotto l'extraterrestre triste sopra la lucertola primordiale serena e ridente. Tra le crepe della pietra battuta dal sacro e dal sale la forma dell'amore. 4 agosto 2021 Cripta della Pieve di Romena Scendere nelle profondità umane per smettere di annaspare la vita. Scegliere di lasciare il galleggiamento di superficie, che solo sfama, per scoprire uno spazio che sazia, più ampio, dove l'amore non si merita ma si accoglie. Faccio entrare la luce "C'è una crepa in ogni cosa ed è da lì che entra la luce".                        

1478

"Là fuori, oltre ciò che è giusto e sbagliato, c'è un luogo. Ci incontreremo là" (Rumi. Liberamente tratto)  "Lichtung in einem Wald" di Jacob van Ruisdael Sono stata in un luogo verde, antico dove il vento non è più vento e le profondità della terra odorano di resina acre Là abita il pulsare caldo della vita e il tempo si sgrava senza ansimare e l'eterno resta in equilibrio come in sonno 19 luglio 2021 "La natura, la verità, la bellezza, la dolcezza, la lentezza che sono state danneggiate sono solo indietreggiate e diventano un po' più difficili da cogliere, da vivere. Troppo male è stato compiuto, ma non è irreversibile. (...) l'umano nel profondo è invincibile, incancellabile. Torneremo alle cose vive e vere.                 (Christian Bobin, abitare poeticamente il  mondo ). "Stationary box" di Ogawa Haritsu Una scatola per contenere storie e ricordi: come il vecchio albero, come il mare.

IO PRENDEREI UNA PERSONA COME TE

 A chi non ce le fa A chi ha perso la speranza di trovare un lavoro dignitoso "Tamari escaping from the Dragon King" di Utagawa Kuniyoshi Io prenderei una persona come te sofferente resiliente veramente umana Io la prenderei Io imparerei dai tuoi attraversamenti con i ginocchi duri e rotti dalle tue fatiche Io vorrei la tua dignità i tuoi verdi guadi dai calcagni lucenti Io prenderei una persona come te Io sì 8 giugno 2021  In Italia, Repubblica democratica fondata sul lavoro, da gennaio a giugno 2021 sono morte sul lavoro tre persone ogni giorno; nello stesso periodo dell'anno precedente il triplo. "E-harmony Rejection Parade" di Amy Scherer UNA VITE E' CADUTA A TERRA  di Xu Lizhi In questa notte oscura di straordinario cadendo in verticale, tintinnando leggermente una vite è caduta a terra Non attirerà l'attenzione di nessuno Proprio come l'ultima volta in cui in una notte come questa qualcuno crollò a terra 9 gennaio 2014 Il 30 settembre 2014 il p