Passa ai contenuti principali

CELEBRARE di Mariastefania

"La sorgente" di Gustave Courbet

 CELEBRARE

In un pomeriggio tiepido

ho lasciato una piccola impronta su un prato

a scriver poesie

basterà brezza lieve a ricomporla entro sera


Ma io

avrei voluto

sdraiarmi nuda in quel prato

danzare nuda dentro le zolle fangose della terra

immergermi nuda dentro le acque del mare

o almeno

essere verde

come un cipresso scomposto


Poi ho incontrato due donne russe

che portavan la spesa


13 marzo 2014

"Il parco" di Gustav Klimt


"Ma il nostro corpo parla un linguaggio universale. Porta in giro un'umile sapienza, un sentire profondo, un'arte terapeutica, un gusto dell'altro, un desiderio contagioso, un'apertura fiduciosa, un'intimità resiliente".

Da Cristiana Santambrogio, "Lectio del mattino".